« Città nuova | Home page | Matrimonio e matrimoni misti »

Disagio socio-esistenziale: Regno di Dio o regno degli uomini?

Esistono due regni: il regno di Dio e il regno degli uomini.
Il regno degli uomini appartiene a questo mondo. Nel regno degli uomini hanno importanza valori come il successo, il potere, la ricchezza, la bellezza, la salute, il benessere.

Il regno di Dio non appartiene a questo mondo. Nel regno di Dio hanno importanza valori come l'amore, la povertà, la solidarietà, la debolezza, la carità, il perdono, l'umiltà.

Come vedi, i valori del regno degli uomini sono diametralmente opposti a quelli del regno di Dio.

Quando nasci, fin da piccolo vieni educato a catechismo a seguire i valori del regno di Dio.

Man mano che cresci ti accorgi che i valori che contano davvero e sui quali la maggioranza delle persone orienta la propria vita sono quelli del regno degli uomini.

Alla fine, arrivi ad un certo punto dove devi scegliere a quale mondo appartenere: se al regno di Dio o al regno degli uomini. La maggioranza delle persone non fa una scelta definitiva e netta tra i due mondi e preferisce tenere un piede nel regno degli uomini e l' altro piede nel regno di Dio. Io sono uno di quelli.

Il fatto è che i due regni, come due binari, divergono l'uno dall'altro e, come mi hanno insegnato a catechismo, uno porta verso la salvezza dell'uomo e l'altro porta verso la morte. Il regno di Dio porta verso la salvezza, mentre il regno degli uomini porta verso la morte.

A forza di tenere un piede in un binario e l'altro piede nell'altro, con il passare del tempo, le mie gambe si divaricano sempre di più e arrivo ad un certo punto in cui non ce la faccio più a tenere i piedi su entrambi i binari, per cui o salto sul binario del regno degli uomini o salto sul binario del regno di Dio. Altrimenti succede che perdo l'equilibrio e cado nel vuoto o casco per terra.

Posso provare a saltare sul binario del regno degli uomini finchè sono ancora in tempo, ma poi mi accorgo che quello non fa per me, c'è troppa concorrenza, invidia, superficialità, e decido di saltare sul binario del regno di Dio che nel frattempo si è allontanato da quello in cui mi trovo e mi tocca fare un saltone per raggiungerlo, rischiando di non farcela e finire nel vuoto. Ci provo, prendo la rincorsa e paffete, un bel salto e raggiungo il binario del regno di Dio, sano e salvo.

Ora che sono sul binario del regno di Dio, mi sento molto rilassato, ma mi accorgo che si sta scomodi, non ci sono comfort, non c'è l'acqua calda per lavarsi, ma solo quella fredda, però mi consola il fatto che il binario porta alla salvezza. Vedo l'altro binario allontanarsi sempre di più e mi prende la nostalgia dell'acqua calda e il desiderio di farmi una bella doccia calda sul binario degli uomini è forte.

Il dilemma. Salto o non salto? La distanza tra i due binari ora si è fatta molto grande e poi dopo la doccia calda dovrei saltar di nuovo qui, perchè non mi piace stare di là e non so se poi ce la farò a fare il salto, perché la distanza tra i due binari sarà ancora maggiore. Che faccio?

Invece di saltare penso di costruire io un impianto per l'acqua calda qui. Ma qualcuno mi dice che non si può. E' Dio, il padrone del binario, a dirmi che qui non si può mettere l'acqua calda su sto binario. E io gli dico: ma Dio, non capisco perché mi devo lavare con l'acqua fredda, quando sul binario degli uomini si lavano con l'acqua calda. Lui mi dice che è Amore e che deve dare per amore l'acqua calda al binario degli uomini che gliela chiede ed ora è rimasto senza acqua calda per me. Allora io gli dico: ma che fesso che sono stato a saltare di qui, se rimanevo sul'altro binario almeno mi sarei potuto lavare con l'acqua calda.

Ma Dio mi dice: vedi, il binario degli uomini ad un certo punto finisce, perchè conduce verso la morte. Se tutti gli uomini fossero saltati su questo binario io non avrei bisogno di dare l'acqua calda all'altro binario e a quest'ora tutti si laverebbero con l'acqua calda su questo binario.

Ma io dico a Dio: scusa Dio, ma non puoi destinare il 50% dell'acqua calda al binario degli uomini e l'altro 50% su questo binario, così anche quelli che sono su questo binario si possono lavare con l'acqua calda.
Ma Dio mi risponde: No! Io sono un Dio amore e devo destinare per amore tutto il 100% dell'acqua calda al binario degli uomini perché non ne hanno mai a basta. Se volevi lavarti con l'acqua calda, non dovevi saltare su questo binario, ma restare sul binario degli uomini.

Le esperienze e i commenti dei visitatori

sai la kosa è stupida :
1° dio nn ti direbbe mai di restare sul binario degli uomini
2° se veramente stai dalla parte di dio egli stesso ti darà l'acqua calda...
ki ha orecchie x odire oda

Ciao samuele, bella osservazione, mi piace!

Se doveste parlare con un Suggellato l'Ultimo dei 144.000 come la prendereste?
Il cui Nome in spirito è ###### il nome che è stato scritto sul Sassolino Bianco la manna Nascosta del Mondo che è sparsa in tutto il Pianeta uomini suggellati e Battezzati in Spirito

Puoi lasciare un commento o una tua esperienza






La password è 3237 inserisci la prima e l'ultima cifra della password senza spazi.

Premendo Post autorizzi la pubblicazione del tuo commento o della tua esperienza.